Archivio della categoria: ASSOCIAZIONI E FONDAZIONI

Esclusione dell’associato ex art. 24 c.c.

Con sentenza 12 febbraio 2015 la III Sezione del Tribunale di Roma, Giud. Cardinali, si è pronunciata sulla vicenda dell’espulsione, da uno dei principali partiti politici del Paese, di uno dei suoi membri, in attuazione di un provvedimento disciplinare adottato in conseguenza del coinvolgimento di quest’ultimo in un grave procedimento penale.

Nella specie, l’attore chiedeva che venisse dichiarata l’invalidità di tale provvedimento, sulla base del fatto che lo stesso era stato adottato in violazione delle norme statutarie e regolamentari, oltre che in spregio ai fondamentali principi di difesa e di contraddittorio, regole – queste – “che, secondo il costate orientamento della giurisprudenza e della dottrina, devono presiedere l’espulsione dell’associato di cui all’art. 24 c.c.”. Lo stesso chiedeva altresì la condanna dell’associazione al risarcimento del danno subito in conseguenza dell’illegittima espulsione.

Continua a leggere

Disciplina codicistica delle associazioni (art. 24 co. 3 c.c.) ed espulsione di un membro di un gruppo confessionale: il Tribunale di Trieste sui limiti del sindacato del giudice italiano

Il Tribunale di Trieste con sentenza 22 gennaio 2015 interviene in merito all’ammissibilità del sindacato del giudice italiano rispetto al provvedimento di espulsione da una comunità religiosa di un adepto.

Il Tribunale afferma che l’ampiezza del sindacato del giudice statale sui provvedimenti di espulsione adottati all’interno di un gruppo confessionale si riduce al solo vaglio del rispetto concretamente offerto dalle competenti autorità confessionali dei diritti fondamentali in gioco e, segnatamente, del diritto di difesa, inteso nel suo nucleo essenziale di sostanziale possibilità di contraddire all’interno del procedimento di espulsione.

Continua a leggere