Rimessa alle Sezioni Unite la questione dell’operatività del c.d. criterio della prevenzione quando le distanze legali tra costruzioni siano stabilite dai regolamenti locali ex art. 873 c.c.

Con ordinanza 12 marzo 2015 n. 4965 la Seconda Sezione Civile ha rimesso gli atti al Primo Presidente per l’eventuale assegnazione alle Sezioni Unite della questione –su cui vi è contrasto- se, nell’ipotesi in cui i regolamenti edilizi comunali stabiliscano una distanza minima assoluta tra costruzioni maggiore di quella prevista dal codice civile, vi sia o meno un riferimento implicito al confine, in modo tale da escludere l’operatività del criterio cosiddetto della «prevenzione».